Mittelalter 2011/3
Heft 2011/3    2. Artikel

Il laboratorio 3dimenticato3 del castello di Reichenau

par Peter Kurzmann

Il castello di Reichenau, situato alla confluenza tra Reno Anteriore e Reno Posteriore, é caratterizzato da una particolarità: in un´ala laterale del castello si é conservato fino ai nostri giorni un laboratorio chimico della metà del XIX secolo dotato del suo arredamento originale. In genere dei vecchi laboratori si sono conservati perlopiù solo i recipienti, gli strumenti ed in qualche caso alcune immagini, mentre l´arredamento originale, a causa di ammodernamenti, ristrutturazioni o demolizioni é andato inesorabilmente perso. Per quanto riguarda invece il castello di Reichenau i locali con le varie attrezzature sono stati preservati fino ai nostri giorni. Inoltre si conservano anche molti recipienti, strumenti e documenti. In questo luogo hanno fatto ricerche, per un certo periodo anche parallelamente, due importanti chimici del XIX secolo, il pratico Dr. Adolf von Planta (18201895) e il teorico Dr. August Kekulé (18291896).

Il laboratorio in questione é stato a suo tempo allestito dal Dr. Adolf von Planta. Nacque nel castello, studiò scienze naturali a Berlino, Heidelberg e presso Justus Liebig a Giessen ottenendo il titolo di dottore a Heidelberg nel 1845. Nel 1852, onde poter continuare le sue ricerche, installò un laboratorio all´interno del suo castello. Su raccomandazione di Liebig, assunse come assistente August Kekulé.

Von Planta si interessò per le ricerche chimico-analitiche sui prodotti naturali, per campioni di terreno e di acqua, per la dinamica dei procedimenti fisiologici come anche per l´apicoltura, la botanica ed il giardinaggio. L´influenza di von Liebig é inconfondibile. Le ricerche insieme a Kekulé cominciarono con lo studio di due alcaloidi (coniina e nicotina) estendendosi poi all´analisi della pietra calcarea, del vino, dei calcoli biliari ed in particolare delle acque minerali di Serneus e St. Moritz.

Nel 1853 Kekulé cessò la sua attività al castello di Reichenau. Mantenne comunque i legami di amicizia con Adolf von Planta.

Il percorso professionale condusse Kekulé dapprima a Londra, poi dopo aver ottenuto l´abilitazione a Heidelberg, si trasferi nel 1858 a Gent dove ottenne una cattedra. Infine nel 1867 si stabili a Bonn dove nel 1896 mori da uomo illustre. Kekulé viene considerato uno dei chimici più importanti del XIX secolo soprattutto per le sue ricerche nel campo della strutturistica chimica (scopri per esempio la quadrivalenza del carbonio ed ebbe la geniale idea riguardo alla struttura ciclica della molecola del benzene).

Dopo la partenza di Kekulé von Planta continuò da solo il suo lavoro concentrandosi su campi di ricerca relativamente importanti per l´economia grigionese. Nel 1895 mori a Zurigo, dove si trova anche la sua tomba.

La famiglia von Tscharner, attualmente proprietaria del castello di Reichnau, é intenzionata a preservare il laboratorio dove il tempo ha lasciato il suo segno. A questo scopo la famiglia investe molto tempo e denaro. É auspicabile che la presente pubblicazione possa suscitare l´interesse di una cerchia più estesa di interessati verso un luogo per la ricerca nel campo della chimica che nel contempo rappresenta anche una parte della storia locale grigionese.

Christian Saladin (Basilea-Origlio)

Kurzmann, Peter : Das vergessene Laboratorium in Schloss Reichenau
Mittelalter – Moyen AgeMedioevoTemp medieval, Zeitschrift des Schweizerischen Burgenvereins, 16. Jahrgang 2011, Heft 3, 88 - 99.

platzhalter

 
platzhalter
 
 
DE
FR
IT
RO
 
Geschäftsstelle des Schweizerischen Burgenvereins · Blochmonterstrasse 22 · CH–4054 Basel
T +41 (0)61 361 24 44
info@burgenverein.ch / praesident@burgenverein.ch