Mittelalter 2011/3
Heft 2011/3    3. Artikel

Una casa rurale tardo gotica con una sala per le feste. La casa del 1500/1505 nel Grossgschneit, Köniz

par Heinrich Christoph Affolter

La casa nel Grossgschneit é oggetto di ricerca fin dalla seconda metà del XIX secolo. Dopo un intervallo piuttosto lungo é stato finalmente possibile eseguire negli anni a partire dal 2007 fino al 2010 una ricerca interdisciplinare. Una dettagliata analisi dei paramenti murari ha portato ad una nuova valutazione delle tracce archeologiche sull´edificio. Inoltre é stata fatta un´interpretazione più estesa ed attenta delle fonti e della letteratura per approfondire le conoscenze inerenti il contesto sociale, politico ed economico dei proprietari di quell´epoca. Accanto a ciò é stato possibile confermare importanti asserzioni, pubblicate già nel 1935.

Grossgschneit faceva parte delle sette fattorie della signoria medievale di Riedburg, che era ubicata tra Schwarzwasser, Sense e Scherlibach. Il centro della signoria, ovvero l´omonimo castello, fu distrutto da Friborgo nel 1386. Durante il XV secolo la signoria in sé continuò ad esistere restando in mano a famiglie che vivevano nelle vicinanze. Nel 1515 Anthoni Brüggler cedette i diritti inerenti il banno e la giurisdizione a Peter von Schneit, il quale era proprietario di due fattorie. Nel 1872 Johann Hostettler von Schwanden acquistò la sontuosa casa rurale. Agli inizi del XXI secolo troviamo come abitanti e amministratori della cinquecentesca casa oramai la sesta generazione della famiglia Hostettler.

La sontuosa casa eretta nel Grossgschneit intorno al 1500 rappresenta uno dei più notevoli esempi di casa rurale di tutto il cantone. É stata eretta da un ricco contadino, che intorno al 1500 arricchi` la sua casa con elementi architettonici e decorazioni di evidente carattere signorile. Già in lontanaza risalta la signorilità dell´edificio, caratterizzato da un alto tetto a padiglione e dall´imponente muro di 75 metri quadrati che si eleva a sudovest sul lato corto.

L´imponente muro aveva uno scopo ben preciso e cioé quello di evidenziare il carattere difensivo dell´edificio e con ciò sottolineare in modo inequivocabile lo status sociale del proprietario. Inoltre un altro elemento assai insolito per una casa rurale sono le finestre al piano superiore presenti su tutti i lati dell´edificio. Solo una minima parte era chiusa da una lastra di vetro, mentre altre erano addirittura delle finestre cieche.

Nella sezione meridionale al piano superiore della casa sono stati scoperti i resti di un salone per le feste risalente al XVI secolo. Con grande sorpresa sono state rinvenute in gran quantità delle sculture lignee e scudi applicati simmetricamente privi di immagine. Sono pure degni di nota i quaranta contraffissi ricurvi fissati al tetto. I contraffissi sono ornati da piccoli scudi (targhe) senza immagini.

Nonostante i vari interventi il grande edificio, risalente al periodo intorno al 1500, si é ben conservato nel tempo, e rappresenta una rarità nel suo genere. Grossgschneit é una preziosa testimonianza di una splendida epoca passata.

Christian Saladin (Basilea-Origlio)

Affolter, Heinrich Christoph : Ein spätgotisches Bauernhaus mit Festsaal: Das Haus von 1500/1505 im Grossgschneit, Köniz
Mittelalter – Moyen AgeMedioevoTemp medieval, Zeitschrift des Schweizerischen Burgenvereins, 16. Jahrgang 2011, Heft 3, 100 - 109.

platzhalter

 
platzhalter
 
 
DE
FR
IT
RO
 
Geschäftsstelle des Schweizerischen Burgenvereins · Blochmonterstrasse 22 · CH–4054 Basel
T +41 (0)61 361 24 44
info@burgenverein.ch / praesident@burgenverein.ch