Mittelalter 2012/2
Heft 2012/2    1. Artikel

L’archeologia dei castelli nel Canton Lucerna – un itinerario attraverso la storia delle ricerche

par Peter Karrer

Sulla base dello stato attuale delle ricrche, nel Canton Lucerna sono noti 97 castelli ai quali si aggiungono 35 opere castellane presunte. Appena un quarto di queste costruzioni medievali di difesa e di rappresentazione sono stati fino ad oggi oggetto di scavi archeologici e di indagini concernenti la storia dello sviluppo architettonico.

Un graduale interessamento per queste antiche residenze nobiliari, dal punto di vista scientifico, cominciò a delinearsi solo verso la fine del XIX secolo. Agli inizi dell’archeologia dei castelli furono soprattutto associazioni storiche, associazioni di vario genere e privati a dedicarsi con molta dedizione alle opere di difesa, spesso anche con cognizioni metodologiche minime. A questa epoca risalgono tra l’altro anche gli scavi eseguiti nei castelli di maggior estensione presenti sul territorio del cantone, come per esempio il castello diroccato di Oberrinach presso Herlisberg nel 1888 e nel 1940, il castello di Nünegg presso Lieli nel 1930/31 oppure il castello Äussere Burg Wolhusen nel 1930–35.

Con la nomina nel 1954 del primo archeologo cantonale e con la revisione nel 1960 delle condizioni generali riguardo alle leggi, l’archeologia, oltre a diventare un’istituzione, diviene anche più professionale e posta definitivamente sotto la sovranità dello stato. Come conseguenza della carenza di personale, scavi archeologici ed indagini concernenti la storia dello sviluppo architettonico, furono assai limitati anche qualora un monumento veniva alterato da interventi distruttivi. Indagini più approfondite, come quelle eseguite nel castello di Hasenburg presso Willisau nel 1958/1959 oppure nel castello di Salbüel (Hergiswil presso Willisau) nel 1982 sono sempre state solo possibili grazie all’iniziativa di persone estranee al Servizio cantonale di archeologia di Lucerna.

Tale situazione per il Servizio cantonale di archeologia del Canton Lucerna cominciò a migliorare solo a partire dal 1985. Con un incremento del personale fu infine possibile dedicarsi conseguentemente e sistematicamente allo studio delle testimonianze medievali minacciate. Nonostante ciò gli interventi sono limitati in genere a scavi di salvataggio. Pertanto, la possibilità di poter eseguire scavi archeologichi su scala più vasta é, sulla base del mandato legale del Servizio cantonale di archeologia ed i mezzi finanziari a disposizione, minima. La salvaguardia dei castelli meglio conservati é spesso solo garantita grazie agli aiuti finanziari da parte di fondazioni e di associazioni dei castelli. In particolare alcuni castelli (Nünegg, Äussere Burg Wolhusen e Oberrinach), nei quali in passato sono già state effettuate vaste campagne di scavi archeologici, diventano, nell’ambito di interventi di consolidamento, nuovamente oggetto di scavi e di ricerche riguardanti la storia dello sviluppo architettonico. La lista dei castelli che sono stati sottoposti di recente ad indagini comprende tra l’altro anche il castello Innere Burg Wohlhusen (1988/92), il castello di Heidegg sopra Gelfingen (1989–98) e il castello di Neu–Habsburg a Meggen (1989/90).

Negli ultimi anni la situazione é diventata di nuovo più precaria. Sostanziali tagli finanziari presso il Servizio cantonale di archeologia del Canton Lucerna ed una costante riduzione dei sussidi finanziari da parte della Confederazione hanno praticamente reso nulla l’attuabilità del mandato legale dell’ente in questione. Purtroppo tale situazione non é limitata ai solo castelli. Nonostante la situazione finanziaria precaria il Servizio cantonale di archeologia ha potuto, nell’ambito della castellologia, realizzare alcuni progetti di una certa importanza come ad esempio le indagini ed gli interventi di consolidamento sul castello di Kastelen presso Alberswil (1998¬–2002) o lo scavo archeologico nel castello "Bergli" a Willisau nel 2003. Attualmente in programma vi sono gli interventi di consolidamento dei ruderi del castello di Nünegg, che nonostante i ripetuti lavori di ristrutturazione, si trova nuovamente in uno stato di degrado.
Christian Saladin (Basel/Origlio)

Karrer, Peter : Burgenarchäologie im Kanton Luzern – ein Lauf durch die Forschungsgeschichte
Mittelalter – Moyen AgeMedioevoTemp medieval, Zeitschrift des Schweizerischen Burgenvereins, 17. Jahrgang 2012, Heft 2, 65 - 87.

platzhalter

 
platzhalter
 
 
DE
FR
IT
RO
 
Geschäftsstelle des Schweizerischen Burgenvereins · Blochmonterstrasse 22 · CH–4054 Basel
T +41 (0)61 361 24 44
info@burgenverein.ch / praesident@burgenverein.ch